lunedì 28 novembre 2016

Caterina in edicola / At the newstand # 14


Siete in cerca di un idea DIY per il prossimo Natale ??



Nell'ultimo numero di Carta Creativa, la rivista delle Edizioni Lumina, ci sono molte idee che utilizzano la carta per creare ogni sorta di meraviglia...
Ci sono anche due progetti della sottoscritta che vi consiglio caldamente :-) e che vi mostro in anteprima.

Il mio primo progetto riguarda un modo insolito per realizzare dei segnapacchi, usando la carta e la stoffa...




Nel secondo progetto invece, sviluppo l'idea che "piccolo è bello" e vi suggerisco la creazione di mini biglietti decorativi...
I disegni che ho inserito nei bigliettini possono essere scaricati gratuitamente seguendo questo link.




Se volete rinfrescarvi le idee con altre idee natalizie potete leggerle in questo post recente oppure in questa carrellata che comprende progetti adatti a tutte le manualità creative.


Anche questa volta vorrei ringraziare l'editore Lumina, che da parecchio tempo pubblica tantissime mie idee creative, contribuendo così a mantenere sempre viva la fiamma dell'ispirazione.



Infine...ricordo che la Rivista Carta Creativa viene venduta insieme al magazine ADD (Arte del decorare) e che si trova in tutte le edicole oltre che nella grande distribuzione (supermercati e store). 

Buonissima settimana a tutte !!

KISS





venerdì 25 novembre 2016

100daysofabstractsketch ovvero ...




Buongiorno mie care amiche....!!

In uno degli ultimi post pubblicati vi parlavo di una sfida creativa appena iniziata: un percorso tra i colori e le forme dell'arte astratta. Una sfida mooolto affascinante!!

Si trattava di disegnare uno piccolo schizzo ogni giorno per 100 giorni consecutivi e postare poi il tutto nel grande mare di Instagram.

Ho cominciato un pò titubante perchè era la prima volta che mi cimentavo con il bellissimo mondo dell'astratto. E per quello che posso dire è stata un esperienza splendida, specie dal punto di vista formativo. 
Creare un disegno astratto sembra molto facile: basta scarabocchiare qualche macchia di colore qui e là, aggiungere una linea o dei ghirigori ..e il gioco è fatto. 
Niente di più sbagliato, ve lo garantisco.
L'arte astratta (che io adoro) per me ha un significato particolare, io la considero un modo per arrivare all'essenziale delle cose, per rivelare la loro natura fondamentale.

Questo viaggio creativo mi ha avvicinata ancora di più alla filosofia del Less is more, in cui il minimalismo diviene uno stile di vita quotidiano.





Ho raccolto tutti gli sketch di questa serie in un blog a parte, oppure potete naturalmente dare uno sguardo direttamente sul mio account Instagram.

Sono in attesa di scoprire quale sarà la mia prossima sfida...
Vi auguro una splendida serata !!

Baci per tutte
Kiss









domenica 11 settembre 2016

Caterina in edicola / At the newstand # 13




Buongiorno a tutte , care amiche.

Vorrei farvi sapere che in edicola potete trovare l'ultimo numero di Carta Creativa (bimestrale di bricolage con la carta) dove ci sono tre progettini che mi riguardano.

Vi mostro qualche foto come anteprima:



A pagina 10 troverete un articolo che ho scritto per spiegarvi come sia possibile riciclare una tombola di Natale vintage, utilizzando i numeretti ma anche le cartelline. Il tutto con un pizzico di follia creativa!!





Alla pagina 16 invece, si parla di Halloween e vi suggerisco di non perdere assolutamente questa chicca. Perchè vi spiego come realizzare non solo la ghirlanda che vedete nella foto ma anche la borsetta portadolci dolci, quest'ultima creata interamente con la macchina da cucire. Vi stuzzica l'idea ??



Infine...a pagina 40 imparerete come creare degli addobbi diciamo folkloristici, per l'albero ma non solo. Perchè potreste decidere di usarli anche come segnapacchi oppure come festone oppure... Sono facilissimi da fare e possono realizzarli anche i bambini ;-) Contente ??


Vi ricordo che Carta Creatriva viene venduto insieme alla rivista ADD (Arte del Decorare) edite entrambe dall'Editore Lumina, che ringrazio sempre per la cortesia e la serietà.
Questa è la tredicesima volta che lavoriamo insieme !!
Grazie Lumina :-)


Prima di concludere vorrei dirvi anche un ultima cosa:
spero tanto che con questi progetti possiate trascorrere delle ore serene e rilassanti. E sono certa che essi vi ispireranno a realizzare altre bellissime creazioni handmade.

Vi abbraccio tutte...!!

KISS




giovedì 14 luglio 2016

Ricomincio dall'astratto / #100daysofabstractsketch


Da qualche tempo mi sono imbarcata in una nuova avventura creativa, che mi accompagnerà lungo tutta questa torrida estate.
Dopo aver terminato la sfida dei 30 giorni di acquerello (una serie di post che volevano illustrare tante diverse tecniche ad acquerello) mi sono detta: e adesso ??
Quale altro spazio creativo posso andare ad esplorare??

Il mondo dell'astratto per esempio mi ha sempre attirato, perchè rappresenta una modalità diversa e più concettuale di trasferire sulla tela le proprie emozioni.
Ho quindi deciso di uscire dalla zona di comfort per sperimentare qualcosa che non avevo mai fatto.
Così sono nati questi 100 giorni di schizzi astratti, partendo veramente dal nulla, usando solo colori di vario tipo e segni grafici sulla carta.

Quando si realizza uno schizzo si lavora rapidamente per non dare tempo alle idee di sfuggire, per acchiappare l'attimo, per riuscire in pochi minuti(al massimo 5) a cogliere un pensiero o un immagine interna.
In questo modo si possono dipingere giornalmente tanti piccoli lavori creativi che sono come un sentiero. Il sentiero si snoda davanti a te mano a mano che lo vivi e nemmeno tu sai dove ti condurrà. E questo è proprio il bello di tutta la passeggiata.

Ecco, quelli di oggi sono i primi dieci schizzi della serie.


Galaxy

Hourglass

Listen to me

You are a rough diamond

Anger


Break the chain

Cocoon

Call me queen bee


Tie a balloon on your wrist. And fly.
Gin lemon today

Se volete seguire la mia avventura creativa ecco qui il mio account di instagram. Dove pubblico giornalmente tutti gli sketch
seguendo l'ispirazione del momento.

Buona giornata coloratissima per tutte !!
Kiss







giovedì 2 giugno 2016

30 days of watercolor / twenty nine


Oggi mie care, andiamo a riscoprire un classico dell'acquerello.
Si avvicina l'estate e non c'è niente di meglio che un effetto fresco e soleggiato ;-) per risollevare gli animi.

La tecnica di cui ci occuperemo è tra le più conosciute e a dire la verità è una delle tecniche più facili in assoluto.

Sto parlando dell'abbinamento di acquerello e sale !!
....un modo per sperimentare con i colori e l'acqua, ottenendo effetti sempre diversi l'uno dall'altro.
La tecnica consiste in questo: create un colore diluito e applicatelo sulla carta da acquerello. Immediatamente cospargete tutto il colore di sale...facile non è vero?
Il sale posato sul colore bagnato agirà come una spugna e assorbirà il colore. Perciò in quelle piccole zone dove avremo messo il sale resterà una sfumatura più chiara rispetto al colore applicato e in questo modo si ottiene un effetto marezzato delizioso e moltoutile per movimentare qualsiasi sfondo acquerelloso.

Mi raccomando di lasciare asciugare molto bene il colore prima di eliminare il sale.
Sappiate che per eliminare il sale basterà passare un panno di stoffa e subito vedrete comparire l'effetto finale del vostro acquerello.  
Se verserete sale grosso l'effetto sarà più visibile perchè le aree prive di colore saranno maggiori come dimensioni, se invece verserete sale fino l'effetto sarà più delicato e meno visibile.

Questa tecnica si può usare per creare sfondi di vario tipo, per esempio come ho fatto io per realizzare la sabbia sulla quale posa una bellissima stella marina.
Oppure si può create un prato verdeggiante, un cielo sul quale costruire delle belle nuvolette...

Vi suggerisco di sperimentare vari aspetti e vari colori, chiaramente quelli di tonalità più scura danno un effetto più visibile, molto dipende anche dal tipo di acquerello che si usa.
Nella foto di oggi ho sperimentato il sale grosso e vedete bene quale risultato meraviglioso ho ottenuto...l'aspetto è proprio quello di un litorale sabbioso.


Ci vediamo con il prossimo post per la chiusura di questo semplice corso e per i saluti finali !!

Buona giornata a tutte voi, baci compresi.

kiss





mercoledì 25 maggio 2016

30 days of watercolor / twenty eight

Ciao a tutte !!

Questo corso è quasi arrivato alla fine !!
...e io vorrei spendere due parole riguardo un argomento importante e mooooolto interessante.
Oggi parleremo delle palettes di colore e di quello che rappresentano per ognuna di noi.

Ma prima di tutto, cos'è una palette?

Potremo dire che ciascun possiede nella mente e nel cuore una serie di colori preferiti ovvero delle tonalità che spesso ricorrono anche nelle banali scelte quotidiane.
Una palette di colori infatti, rappresenta un insieme di tinte scelte con cura e con attenzione, trovando accostamenti personalissimi.
Una palette di colori può sicuramente variare a seconda del nostro umore e di quello che stiamo vivendo in quel momento. Può seguire le esperienze che ci accompagnano o i desideri che vorremmo realizzare.
Ogni colore, come ben sapete, ha un suo significato specifico e fare dunque una scelta di colore ci svela molte cose di noi e del nostro mondo.
In ambito più professionale le palette di colori sono ricercate e studiate a tavolino per interpretare nel modo migliore un design o un pattern.

Oggi vorrei invitarvi a creare la vostra personale palette di colori.



Come fare ??

Vi consiglio di ritagliarvi un momento tutto personale, un oretta in cui non sarete disturbate e potrete rilassarvi pasticciando con i pennelli e gli acquerelli.
Vi suggerisco inoltre di procuravi una tavolozza di acquerelli con una grande quantità di colori in pastiglie. In questo modo i colori saranno già pronti per gli abbinamenti e creare la palette sarà più facile.

Con qualche foglio di carta tra le mani, siete pronte per scoprire quale sia la vostra gamma di colori preferiti.

Sperimentate, fate accostamenti assurdi, guardate ai colori come  amici che vi vogliono raccontare una nuova storia.
Potete anche ispirarvi a immagini raccolte dal web o da un magazine. Le possibilità sono infinite.....

Create almeno una decina di palette e conservatele, mi raccomando. Qualsiasi creazione vogliate realizzare, dal crochet alla pittura, ispiratevi alle vostre palette !!

Buon lavoro a tutte.. Kiss


lunedì 23 maggio 2016

Se vuoi leggere un buon libro # 23



Da molto tempo non leggevo un graphic novel o come si diceva un tempo una storia a fumetti.
Mi è sempre piaciuta questo tipo di lettura perchè ci si può abbuffare rapidamente di immagini e parole, fino a respirare l'atmosfera di una storia a trecentosessanta gradi.
E devo dire che questo "romanzo disegnato" riesce molto bene a inglobarci nel suo mondo.

Il tema del libro è delicato (e se vogliamo dirla tutta anche un bel pò triste) perchè si parla della vecchiaia e delle sue conseguenze, delle case di riposo e della vita che si svolge dentro a questi luoghi che sono un mondo a parte, una specie di universo parallelo.
Con molta ironia, l'autore riesce però a farci sorridere anche in questa narrazione, senza mai dimenticare la realtà delle cose.
Insomma credo che leggerlo faccia bene per parecchi motivi (etici e non) ma soprattutto, credo voglia invitarci a riflettere con attenzione sulle nostre scelte di figli adulti.

Buona lettura !!!

kiss

sabato 14 maggio 2016

30 Days of Watercolor / Twenty seven


Buon giorno a tutte !!
Per prima cosa vorrei dirvi che la tecnica di cui ci occuperemo oggi non può essere troppo spiegata, bisogna invece provare a realizzarla...
I risultati infatti sono assolutamente unici e dipendono da moltissimi fattori tutti poco controllabili. Proprio per questo motivo, la tecnica del bagnato su bagnato (wet on wet) è una delle mie preferite. Vedrete che se cominciate a interpretarla, ne rimarrete affascinati tanto da eleggerla come vostra tecnica abituale.
Per realizzarla vi servirà della carta con una grammatura elevata, altrimenti la tecnica non riesce. O meglio riesce male, il che è anche peggio. Vi consiglio caldamente di acquistare della carta da acquerello di grammatura 200-300, di qualsiasi marca o prezzo.


....E quello che andremo a dipingere mie care, sono dei piccoli segnalibri :-)
In fondo, lettura e pittura sono spesso buoni amici per trascorrere qualche ora in relax !!
I segnalibri poi sono sempre un ottimo spunto da accompagnare a un regalo letterario e se realizzati handmade sanno parlare dolcemente a chi riceve il dono.

Ecco come fare:

  1. ritagliate la sagoma del vostro segnalibro seguendo le misure che vi sembrano più comode (io ho usato dei residui di carta acquerello). Ritagliate anche un secondo rettangolo più piccolo che farà diciamo da spalla per creare un modo leggermente diverso di segnare la pagina. Arrotondate gli angoli con le forbici o con la punzonatrice apposita, per renderli più morbidi e delicati.
  2. Con un pennello piatto bagnate di acqua purissima tutto il segnalibro e velocemente create grandi chiazze di colore denso, semplicemente appoggiando un pennello tondo carico di colore allo sfondo bagnato.
  3. Lasciate che i colori si spandano e si mescolino formando macchie colorate. Prima che si asciughi completamente l'acquerello, spruzzate con il pennello qualche goccia di acqua pulita sulle macchie in modo da crearne delle altre. 
Ammirate il processo di espansione del colore !!
Una meraviglia....


Come vi dicevo all'inizio i risultati sono imprevedibili e lì sta il bello di tutto il processo creativo ;-)

Il tocco finale consiste nel stressare con un tampone di inchiostro colorato i bordi dei segnalibri, ma solo quando saranno perfettamente asciutti.
Assemblate a due a due i segnalibri colorati usando un nastro, un filo, bottoni o altri decori. I nastri saranno chiusi con un bel nodo decorativo nella parte posteriore dei segnalibri.

Fatto !!

Non vi resta che regalarli ad una persona specialissima...
Buona giornata e buon weekend a tutte voi
KISS




martedì 3 maggio 2016

30 days of watercolor / twenty six


Buongiorno a tutte voi, care amiche. Ci stiamo incamminando verso gli ultimi post di questo corso online di acquerello, dove abbiamo sperimentato tante tecniche diverse e creato una serie di card tutte mooolto particolari.

Oggi andremo a realizzare una card classica che più classica non si può e naturalmente molto molto facile ;-)
Se siete amanti dei timbri creativi questo è il vostro post: l'idea di partenza è quella di dare un tocco leggermente sofisticato alla nosra card. Con un semplice timbro, appunto.

La mia scelta di oggi è ricaduta su di un timbro che rappresenta una gabbietta con un uccellino e la scritta a lato <Paris>.
Mooolto romantico...


La card è come dicevo, semplice e facile:
tutto quello che dovrete fare è stampare il vostro soggetto al centro della card e colorarlo con piccolissimi tocchi di colore estremamente diluito.

TIPS:
  • Consiglio di non colorare con gli acquerelli tutta l'immagine stampata, ma solo alcune parti per evitare di appesantirla.
  • Stampate l'immagine con un inchiostro nero oppure di un altro colore a vostra scelta tra le tonalità più scure.
  • Lasciate asciugare benissimo prima di acquerellare. 
La chicca finale è certamente il bordo intorno alla stampa: una piccola linea che corre lungo tutto il contorno della card e serve prevalentemente a focalizzare l'immagine nonchè a dare un tocco chic a tutto l'insieme.
Per realizzare la linea scegliete un colore tra quelli già usati.

Ecco fatto !!

La vostra card è pronta per mille occasioni, anche per cerimonie di qualsiasi tipo.

Grazie per essere state qui con me.
Vi auguro una splendida giornata creativa.
KISS









domenica 1 maggio 2016

Se vuoi leggere un buon libro # 22




Questo libro possiede un ritmo di lettura rapidissimo, direi quasi vorticoso. Leggo pagina dopo pagina e ne vengo travolta, non riesco a smettere di leggere specialmente perchè gli anni e i personaggi di cui si parla li ho vissuti, li ho visti, li ho ascoltati.

Le vicende, le persone, le emozioni, le gioie e le amarezze di Loredana Bertè sono tutte in queste pagine, nero su bianco, senza troppi pudori, senza frivolezze. Tutto è scritto con un linguaggio franco, sincero: pane al pane e al diavolo tutto il resto.

Dall'infanzia agli esordi musicali passando attraverso l'amore, le sconfitte e i successi di una carriera intensissima. Fino ad arrivare ai giorni nostri, alla Loredana di oggi.

Quanto mi è piaciuto questo libro !!
Grazie Loredana. Ti auguro ogni bene.
xoxo